Il Conte di Montecristo, romanzo di Alexandre Dumas (Capitolo II _ Padre e figlio)

"Padre! Mio buon padre!"
Edmond entra nella casa del padre di sorpresa e ,il vecchio gli getta le braccia al collo. E' davvero emozionato a vedere il figlio. Felice di essere di nuovo a casa, Edmond prende a raccontare quello che sta per succedere:

"...Il bravo capitano Leclerc è morto, ed è probabile che 
colla  protezione del signor Morrel
 io vada al suo posto... 
Capitano a vent'anni! Con cento luigi 
di stipendio ed una parte nell'interesse! 
Non è assai più di ciò che poteva sperare
 un povero marinaio come sono io?..."

Risultati immagini per il conte di montecristo 2002Per la gioia e per le poche forze, il vecchio cade a terra. Racconterà, in seguito di aver speso 140 di 200 franchi lasciati dal figlio prima della partenza, per saldare un debito contratto dal figlio con un vicino di casa, il quale, poco dopo, entra in casa per salutare Edmond.

"Non si è mai pari con quelli che ci hanno favorito" disse Dantès, "quando non gli si deve più danaro si deve riconoscenza."



Caderousse, il vicino di casa, è in realtà in casa di Dantés per ben altri motivi. Ad attenderlo fuori, infatti, avido di notizie c'è  Danglars.

Lasciamo Edmond congedare il padre e il vicino di casa e incamminarsi per le strade di Marsiglia, diretto a far visita a Mercedes