Jane Austen - curiosità sull'autrice

Sono passati duecento anni dalla morte di Jane Austen,
eppure rimane una delle autrici più amate di sempre.
Oggi, in occasione di questo anniversario, riproponiamo la sua figura!




La scrittrice inglese Jane Austen nasce a Steventon il 16 dicembre 1775 e si spegne a Winchester il 18 luglio 1817 consegnando la sua figura alla letteratura internazionale.

Jane Austen oggi è una delle scrittrici più famose dell'Inghilterra e senza dubbio una delle più importanti del periodo preromantico, una tra le più amate e, ancora oggi, tra le più discusse.








I familiari furono tra i suoi primi e più fedeli lettori, e la aiutarono a pubblicare i propri scritti.
Tra le sue maggiori pubblicazioni:


  • Ragione e Sentimento, 1811;
  • Orgoglio e Pregiudizio, 1813;
  • Northanger Abbey, 1818;
  • Mansfield Park, 1814;
  • Emma, 1815;
  • Persuasione, 1818.



Invece di parlare dei suoi romanzi, che probabilmente avete letto, ci siamo promessi di scovare qualche curiosità sull'autrice sperando di regalarvi qualche notizia che ancora non conoscete!


1.  Da bambina, Jane Austen scriveva racconti che prendevano in giro la letteratura gotica dell'epoca, che pure leggeva e gradiva. Li recitava ad alta voce davanti alla famiglia, che si sbellicava dalle risate. Si faceva gioco soprattutto delle fanciulle in fiore sempre pronte a svenire alla prima sollecitazione.



2. Ebbe una relazione con Thomas Lefroy
Si dice che Jane Austen e il politico irlandese Thomas Lefroy abbiano avuto una storia d’amore,  ma si sa davvero poco di quello che accadde veramente. Lefroy ha anche chiamato la sua figlia maggiore Jane, ma se fosse un omaggio alla scrittrice o alla sua omonima madre non è del tutto chiaro.



3. Un suo corteggiatore morì misteriosamente
La famiglia Austen nel 1800 si trasferì a Bath. Durante la loro permanenza in quei luoghi, Jane incontrò e si innamorò di un giovane che voleva sposarla. Purtroppo per Austen, la loro relazione naufragò e il giovane è morto in circostanze misteriose prima che potessero stare insieme.



4. Nonostante si cerchi di far passare Jane Austen per una ragazza ribelle che lottava contro il retaggio culturale restrittivo dell'epoca, c'è da dire che Jane è stata sempre supportata dalla famiglia.
Tuttavia, anche se cercare di farla rientrare con sicurezza nella corrente di pensiero è una forzatura, è assai probabile che Jane Austen abbia letto la “Rivendicazione dei diritti della donna” di Mary Wollstonecraft.


5. La fama di Jane Austen era calata sensibilmente dopo la sua morte, ma è tornata a crescere grazie al nipote James Edward Austen-Leigh, che ha pubblicato nel 1869 “A memoir of Jane Austen”.

6.Uno dei suoi fidanzamenti durò un solo giorno
Quando visse a casa della famiglia Bigg con la sorella Cassandra, nel 1802, Harris Bigg – Wither chiese la mano di Jane per sposarla. Inizialmente, Jane accettò la sua proposta, ma dopo una notte insonne tornò sulla sua decisione, e rifiutò la proposta e abbandonò la loro casa. Rimase fidanzata per un solo giorno.

7. In tempi recenti, sia le opere che la vita di Jane Austen sono stati analizzati da un punto di vista psicologico. Una neuropsichiatra ha fatto notare come Mr. Darcy mostrasse chiari segni di Asperger, e un'altra, studiando lettere e memorie, ha ipotizzato che la madre di Jane soffrisse di disturbo borderline.

8. Il principe reggente Giorgio IV era un grande fan di Jane Austen, che fu invitata a visitare la biblioteca reale. Il bibliotecario le suggerì di scrivere sulla storia d'Inghilterra e sulla famiglia dei Coubourg, nonché della vita di un ecclesiastico. Jane Austen declinò con tutta la grazia possibile entrambe le proposte, ma dedicò Emma al principe reggente.

9. Jane Austen e sua sorella non si sposarono mai . Come i personaggi dei suoi libri, anche Jane Austen era legata alla sorella. Hanno trascorso la maggior parte della loro vita insieme, ed erano l’una la migliore amica dell’altra, erano davvero strette confidenti. Anche se i loro fratelli si sposarono, nessuna delle sorelle fecero questo importante passo. Cassandra era  fidanzata, ma il suo ragazzo, Thomas Fowle , morì di febbre gialla all’estero prima che potessero sposarsi.

10. I soldi e il benessere economico influenzarono la sua vita amorosa
Mentre Jane Austen era uno scrittrice romantica, i propri atteggiamenti verso il matrimonio erano molto più pratici e concreti. In più di una occasione, Austen, nelle lettere che spediva alla sorella, ha chiarito che vedeva i benefici del matrimonio soprattutto da un punto di vista strettamente finanziario. E ‘stato anche ben noto che una delle ragioni per Austen non si sposò con Lefroy, fu perché non aveva i soldi per sposarsi. Un esempio di come, a volte, la ragione trionfi sul cuore.