Cerca nel blog

Lettere: G.Murat a C.Bonaparte


Al Castello di Pizzo (VV) è conservata la lettera scritta da Gioacchino Murat alla moglie Carolina Bonaparte.È l'ultima lettera del re di Napoli, firmata il 13 ottobre 1815.




Lettera di Murat a Carolina Bonaparte

«Cara Carolina del mio cuore,
l’ora fatale è arrivata, morirò con l’ultimo dei supplizi, fra un’ora tu non avrai più marito e i nostri figli non avranno più pa­dre. Ricordatevi di me e tenetemi sempre nella vostra memoria;

Muoio innocente e la vita mi è tolta da una sentenza ingiu­sta.

Addio mio Achille; Addio mia Letizia. Addio mio Luciano; Addio mia Luisa.

Mostratevi degni di me; vi lascio in una terra e in reame pie­no di miei nemici; mostratevi
superiori alle avversità e ricorda­tevi di non credervi più di quanto siete, pensando a ciò che
sie­te stati.
Addio, vi benedico; Non maledite mai la mia memoria; ri­cordatevi che il più grande dolore
che provo nel mio supplizio è di morire lontano dai miei figli, da mia moglie e di non avere
nessun amico che possa chiudermi gli occhi.
Addio, mia Carolina, addio figli miei; ricevete la benedizio­ne eterna, le mie calde lacrime ed i
miei ultimi baci.
Addio, Addio. Non dimenticate il vostro infelice padre!

Pizzo, li 13 ottobre 1815
Joachim Murat»